Come scegliere il vostro proiettore

A lungo riservati al mondo professionale, i videoproiettori sono sempre più popolari tra gli individui, sia per giocare ai videogiochi, guardare film o proiettare foto come le famose proiezioni di diapositive di una certa epoca.

videoproiettore

L’acquisto di un proiettore di qualità può essere un investimento e merita quindi di essere considerato attentamente. Soprattutto perché non tutti soddisfano le stesse esigenze.

Concentratevi sui videoproiettori e sui criteri da considerare nella scelta del proiettore giusto.

Il prezzo

Non mentiamo, questo è un criterio fondamentale: se non volete mettere un budget significativo nel vostro proiettore, è probabile che la qualità di quest’ultimo sia inferiore. Tuttavia, esistono interessanti alternative per ottenere un miglior rapporto qualità/prezzo. In particolare, l’acquisto di un proiettore di seconda mano. I prezzi sui siti e nei negozi di seconda mano sono divisi per due, il che permette di ottenere una qualità migliore per un budget equivalente.

Definizione dell’immagine

Una buona definizione è essenziale, specialmente per un proiettore home theater. Infatti, più grande è l’immagine proiettata, più visibili saranno i difetti. È quindi necessario avere un’esposizione perfetta per non turbare la retina di un cinefilo informato.

Una definizione 720p (1280 x 720) è una definizione minima, anche se una definizione Full HD o 1080p (1920 x 1080) è più che raccomandata.

Per scopi professionali, le definizioni tradizionali WVGA e SVGA non sono più sufficienti. Per rendere i testi e le presentazioni leggibili, utilizzare almeno una definizione XGA. Risoluzioni più elevate, come WXGA, offrono un ulteriore comfort visivo.

Luminosità

Espresso in lumen (lm), la luminosità è anche un fattore determinante nella scelta del proiettore. Infatti, se la luminosità è insufficiente, l’immagine proiettata sarà di scarsa qualità sia in termini di leggibilità che di resa cromatica.

Per l’utilizzo del proiettore nell’home cinema, sarà necessaria una luminosità molto elevata a seconda della posizione del proiettore. Se viene collocato in una stanza molto luminosa, un dispositivo da 2500 lumen è essenziale. Se il dispositivo è collocato in una stanza dedicata alla proiezione, e quindi potenzialmente più scura, sarà sufficiente un modello da 1000 lumen.

Per l’uso professionale, spesso è difficile oscurare completamente una sala riunioni. Inoltre, renderebbe complicato prendere appunti! Pertanto, utilizzare un proiettore con almeno 1500 o addirittura 2000 lumen per evitare qualsiasi inconveniente.

Si noti inoltre che più grande è l’immagine proiettata, maggiore dovrebbe essere la luminosità.

Contrasto

Come promemoria, il rapporto di contrasto è il rapporto tra il punto più chiaro e quello più scuro di un’immagine. Un alto tasso è necessario per ottenere neri profondi e colori caldi e fedeli.

Attualmente, la maggior parte dei dispositivi offre un contrasto di almeno 1000:1, che è un minimo accettabile.

Tuttavia, possiamo solo consigliarvi di scegliere un proiettore con un rapporto di contrasto di 2000:1 o superiore per godervi appieno i vostri film.

Rumore

La lampada di un videoproiettore è esposta a temperature estreme che richiedono un sistema di raffreddamento che può essere rumoroso.

Oltre i 30 dB, il rumore è considerato fastidioso, specialmente quando si guarda un film. Pertanto, scegliete un proiettore situato al di sotto di questa soglia. I dispositivi più efficienti emettono meno di 26 dB e alcuni raggiungono addirittura i 22 dB!

Si noti che una differenza di 3 dB equivale a un disturbo acustico diviso per 2.

Un’altra osservazione è che i produttori di videoproiettori spesso mostrano il livello di rumore per un’operazione “eco” più economica. Per conoscere il rumore durante il normale funzionamento, consultare la scheda del prodotto.

Altre caratteristiche includono

La presenza di altoparlanti può essere utile per uso professionale, soprattutto se alcune presentazioni utilizzano supporti audio.